Pierfrancesco Favino, il trasformista. Di Nathalie Peigney

Pierfrancesco Favino, photographed by Charlie Gray © Vanity Fair Italia

La qualità più rilevante di Pierfrancesco Favino è la modestia. La sua capacità di trasformarsi davanti alla macchina da presa, sul palcoscenico di un teatro o davanti alle telecamere di uno sceneggiato in tivù. Capace di cambiare voce, espressioni, di mostrare tutte le sfaccettature della sua arte, non mette in mostra la sua abilità, frutto di studio e applicazione, non se ne vanta, non sventola bandiere. Per lui parlano i fatti.

pierfrancesco favino 2Pierfrancesco Favino won the ‘Volpi Cup’ for Best Actor at the 2020 Venice Film Festival for his role in ‘Padrenostro’ by Claudio Noce © Pierfrancesco Favino

L'avete visto nel film di Bellocchio su Tommaso Buscetta Il Traditore? Un capolavoro! E che dire di Hammamet di Gianni Amelio? La somiglianza di Favino a Bettino Craxi è impressionante. A parte il merito dei truccatori che, lavorando ore ed ore ogni giorno, hanno permesso di ottenere risultati strabilianti, il modo in cui Favino riproduce e imita la voce, i gesti, l'andatura di Craxi è assolutamente eccezionale.

pierfrancesco favino 2Pierfrancesco Favino in ‘Il traditore’ a film by Marco Bellocchio, 2019 © Pierfrancesco Favino

Quando nel 1980 Martin Scorsese realizzò Toro Scatenato, tutti gridarono al miracolo per l'impressionante trasformazione di Robert De Niro nel pugile italo-americano Jake LaMotta. Senza voler fare paragoni improponibili, il Bettino Craxi di Pierfrancesco Favino è assolutamente all'altezza di quella interpretazione.

pierfrancesco favino 2Pierfrancesco Favino in ‘Tutti per 1 – 1 per tutti’ a film by Giovanni Veronesi, 2020 © Pierfrancesco Favino

Ed è difficile immaginare lo stesso attore che si trasforma con disinvoltura da personaggi drammatici come Buscetta e Craxi allo scanzonato showman che canta e balla disinvoltamente con Michelle Hunziker sul palcoscenico del Festival della Canzone Italiana di Sanremo.

Sanremo 2018 - Pierfrancesco Favino acts, sings and dances with Michelle Hunziker to an overwhelming 'Despacito' © Rai

Nastro d'Argento come miglior attore a Taormina 2019, Pierfrancesco è stato candidato a Cannes nello stesso anno per il medesimo ruolo nel film di Bellocchio. Ma per apprezzare tutte le qualità artistiche ed umane di Favino, occorre vederlo recitare in teatro, dal vivo. Uno dei suoi ruoli più riusciti ed interessanti è quello del protagonista de La notte poco prima delle foreste, di Bernard-Marie Koltes, un poema per voce sola che affronta i problemi dell’identità, della moralità, dell’isolamento e dell’amore non facile.

 

“Mi sono imbattuto in questo testo un giorno lontano – afferma Favino – mi sono fermato ad ascoltarlo senza poter andar via e da quel momento vive con me ed io con lui. Mi appartiene, anche se ancora non so bene il perché.”

 

Leggi di più: www.qualitymilan.com

 


 

Pierfrancesco Favino’s most evident quality is modesty. He has an impressive ability to transform, whether in front of a camera or on a stage. But he never vaunts his obvious talent. His ability is the fruit of study and application and he lets the facts speak for themselves.

pierfrancesco favino 2Pierfrancesco Favino in ‘Padrenostro’ a film by Claudio Noce, 2020 © Pierfrancesco Favino

In The Traitor by Marco Bellocchio, Favino gave a masterly performance. And what can we say about Gianni Amelio’s Hammamet? Favino’s resemblance to Bettino Craxi is uncanny. Some credit must certainly go to the make-up artists, but Favino’s way of recreating Craxi’s voice, gestures, and even his gait is truly exceptional.

pierfrancesco favino 2Pierfrancesco Favino in ‘Hammamet’ a film by Gianni Amelio, 2020 © Pierfrancesco Favino

Pierfrancesco Favino’s interpretation of Bettino Craxi rises to the same level of excellence as Robert De Niro’s in Raging Bull by Martin Scorsese. He makes it all look so effortless, passing from one dramatic identity to another, then singing and dancing gleefully with Michelle Hunziker at the Festival of San Remo.

pierfrancesco favino 2Pierfrancesco Favino at Sanremo’s Festival, 2018 © Pierfrancesco Favino

Taking the Silver Ribbon for Best Actor at the Taormina Film Festival in 2019, Pierfrancesco was nominated in Cannes the same year. To appreciate all of Favino’s qualities, though, he needs to be seen on stage. One of his most interesting roles was as the protagonist in Bernard-Marie Koltès’ The Night Just Before the Forests, a voice poem that confronts the problems of identity, morality, isolation and difficult love.

pierfrancesco favino 2Pierfrancesco Favino in ‘The Chronicles of Narnia: Prince Caspian’ a film by Andrew Adamson © Pierfrancesco Favino

 

“I happened on it one day a long time ago,” Favino tells us. “I stopped to listen for a moment, but I couldn’t tear myself away. Since then it’s been a part of me, though I still don’t fully understand why.”

 

Read more: www.qualitymilan.com